Gusto

Arriviamo finalmente al gusto, la chiave di volta di ogni degustazione, perchè ci dice se la birra ci piace o no!
Il gusto si basa su quel meraviglioso strumento che è la lingua. Cosparsa di tantissime papille gustative la lingua è in grado, quasi sempre, di identificare i 6 gusti fondamentali (dolce, salato, acido, amaro, umami e grasso). La fisiologia della lingua è stata di recente rivista, scoprendo che non esistono zone dedicate al dolce, salato ect, ma che tutta la lingua è in grado di percepire i sapori fondamentali, anche se alcune zone sono leggermente più sensibili ad alcuni gusti, come il retro lingua al gusto amaro.
Per degustare una birra fate prima un bel sorso e deglutite, poi prendetene uno più piccolo e fatelo routare bene in bocca. In questo modo dovreste essere in grado di cogliere vari sapori e sensazioni. Anche in questo caso, come per gli aromi, cercate di concentrarvi per dare un nome alle sensazioni che sentite.

Dolce è un gusto a noi molto familiare, e di solito indica che un cibo è nutriente.
Salato
il gusto salato deriva dalla presenza di Cloruro di sodio (sale da cucina) o altri minerali. E' raro nelle birre (a parte quelle salate di Lipsia) ma se presente funge da esaltatore di sapidità.
Acido
la base dell'acido è di solito l'acido citrico, ma nella birra è di solito dovuto alla presenza di acido acetico o lattico. E' una caratteristica voluta nelle birre affinate in legno e nelle Lambic, Kriek e birre alla frutta. 
Amaro l'amaro è associato instintivamente a qualcosa di velenoso, perciò molti mal sopportano le sensazioni amare intense. L'uomo è l'unico animale a non provare un istintivo disgusto per questo sapore, ma è ormai un fatto puramente personale. Le bitter, le IPA, le APA etc sono esempi di birre con un alto contenuto di luppoli e di conseguenza con sapori amari intensi.
Umami "deliziosità" è la traduzione corretta dal giapponese. Si tratta di un sapore molto conosciuto nella cucina asiatica e che si può trovare facilmente nel dado per il brodo,nel parmigiano, nei funghi e nella carne. E' un sapore dato dal Glutammato monosodico ed è abbastanza raro nelle birre, ma si può trovare in birre invecchiate come le Oud Bruin.
Grasso si tratta di un gusto appena scoperto e che pare invii al cervello segnali sul contenuto calorico del cibo, ma la birra è un alimento senza grassi, e quindi non dovete preoccuparvene.