La gravità

La gravità è la densità del mosto non fermentato, che è dovuta principalmente alla quantità di zuccheri disciolti. Più malto porta più zucchero, che porta più alcol, oltre ad aromi caramellati e maltati. Ci sono due scale principali per misurare la gravità: Gradi Plato e Original Gravity (OG). 
I Gradi plato esprimono la percetuale in peso dei solidi disciolti nel mosto (zucchero etc), quindi un mosto 10 gradi plato ha il 10% del peso di solidi disciolti.
Gli inglesi invece utilizzano la scala chiamata "gravità originale". Si tratta di una gravità relativa al peso dell'acqua, il rapporto fra il peso del mosto e il peso della stesso volume di acqua pura. Gli inglesi guardano spesso l'etichetta delle spine per vedere il grado OG e perciò farsi un'idea di quanto sia forte la birra e di conseguenza costosa.
Esistono poi altre scale per misurare la gravità, come quella Balling o la "degrè Régie" usata dai Belgi, ma sono ormai fuori uso.

La Gravità viene misurata utilizzando un Idrometro, un "tubo" galleggiante di vetro, con un peso sul fondo e una scala graduata. Più il tubo galleggia più il numero che indica è alto, più il liquido è denso. Questo strumento venne inventato nel 1785 da John Richardson, ma ha dei limiti, dato che la densità dei liquidi varia al variare della temperatura, perciò gli idrometri vengono calibrati per una particolare temperatura. Esistono anche altri metodi per misurare la gravità, ma vengono usati per di più in laboratori e grandi birrifici. 
Ma perchè misurare la gravità? Perchè la gravità fornisce un'indicazione sulla quantità di alcol che avrà la birra finita, ma si tratta di una misura spannometrica dato che non tutti gli zuccheri sono perfettamente fermentescibiil e i lieviti a volte agiscono diversamente da quanto ci si aspetta.